Itinerari: Progetto ATRIUM, Forlì capofila d'Europa

Progetto ATRIUM, Forlì capofila d'Europa ATRIUM è un progetto europeo che ha come scopo "indagare e gestire il patrimonio architettonico, archivistico ed immateriale dei regimi del Novecento, per la costruzione di un itinerario culturale transazionale, con l’obiettivo di ottenere il riconoscimento di “Rotta Culturale europea”.
Il Progetto, di cui è capofila il Comune italiano di Forlì, coinvolge diciotto diversi Enti ed Istituzioni (Università, Ministeri, ONG, Amministrazioni Locali) ed undici Paesi europei: Italia, Slovenia, Bulgaria, Ungheria, Slovacchia, Romania, Croazia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Serbia e Grecia.
 
Il Progetto ATRIUM si occupa quindi di architetture per lo più in stile razionalista, considerando opere che rappresentano fonte di interesse per gli esperti di architettura a livello mondiale. Uno degli obiettivi principali dei progetti finanziati dall'Unione Europea è di incoraggiare una visione condivisa dell'identità storica e culturale. La natura di questa partnership è quindi un esempio di riconoscimento comune dell'importanza del patrimonio architettonico del ventesimo secolo, e del suo rapporto complesso, contraddittorio e talvolta scomodo con alcuni periodi della storia europea.
 
Dalle ferite di un passato scomodo e terribile, le tracce architettoniche dei regimi totalitari del XX° secolo potrebbero diventare una fonte importante di sviluppo locale, se gestite e valorizzate attraverso una rotta culturale trans-nazionale (in conformità con i requisiti stabiliti dal Consiglio d'Europa) avvalorata da specifici prodotti turistici culturali.
 
Promozione di forme di turismo culturale finalizzate alla valorizzazione economica del patrimonio in questione (e la formazione di operatori specifici), in grado di attrarre segmenti della crescente domanda internazionale, soprattutto europea, del turismo culturale creando nuovi servizi e posti di lavoro.
 
Il Comune di Forlì coordina le attività previste nel progetto grazie alla lunga e consolidata esperienza acquisita in azioni finalizzate allo studio e al restauro di edifici del ventennio fascista. Infatti la Città di Forlì vanta un ampio patrimonio architettonico degli anni '30-'40 inserito in un piano urbanistico coerente, che comprende anche aree verdi e impianti sportivi risalenti ai primi decenni del Novecento.
Forlì ha inoltre acquisito una preziosa esperienza nella promozione del patrimonio culturale della città in quanto ha organizzato numerosi eventi culturali, mostre anche di livello europeo e ha promosso numerose pubblicazioni scientifiche nel settore in questione. Nell'ambito della Cooperazione Internazionale, e della gestione di progetti europei, vanta una lunga esperienza e partenariati nell'area Balcanica e dell'Est Europa per lo scambio di buone prassi e per lo sviluppo di servizi innovativi in vari ambiti.


Il progetto (descirizione dettagliata qui) è in corso di pieno svolgimento.
Per aggiornamenti sulla evoluzione delle azioni, delle iniziative e dei relativi risultati, consultare qui
Apri la mappa dettagliata